Gilmour: Live a Pompei versione tv - Floydian Memories
05 Aprile 2017
Gilmour: Live a Pompei versione tv
C’è molta attesa per il Dvd/Blu-ray di David Gilmour Live At Pompeii. Al momento non c’è una data di uscita ufficiale, ma qualcosa si muove: infatti dal futuro Blu-ray è stata realizzata una versione di un’ora, disponibile per trasmissioni televisive, realizzata in 4k, con la regia di Gavin Elder, ed è distribuita dalla londinese DCD Rights. Presumibilmente questa versione di un’ora andrà in onda in Tv (Bbc?) prima del rilascio ufficiale. Altri aggiornamenti appena disponibili.Dal sito web della DCD Rights:45 anni dopo i Pink Floyd, David Gilmour ha filmato ‘Live At Pompeii’ nel leggendario Anfiteatro Romano, dove è tornato per due spettacolari concerti, con il suo tour durato un anno a sostegno del suo album No.1 ‘Rattle Taht Lock’. Le performances sono state le prime in assoluto con un pubblico nella’anfiteatro romano, e solo per due notti, i 2.600 spettatori stavano esattamente dove i gladiatori avrebbero combattuto nel primo secolo AC. David Gilmour Live At Pompei è uno spettacolo audio-visivo, con laser, articoli pirotecnici e uno schermo enorme circolare su cui pellicole appositamente create completano le canzoni selezionate, ma di primaria importanza, soprattutto, è la musica sorprendente e performance stellari da una all-star band. Lo show comprende canzoni da tutta la carriera di David, così come molti classici dei Pink Floyd, tra cui ‘One Of These Days’, l’unica canzone che è stata eseguita anche nel 1971. Entrambi i concerti hanno visto anche performance molto speciali di ‘The Great Gig In The Sky’ da ‘The Dark Side Of The Moon’, cui David ha raramente suonato come artista solista. Questa performance di 60 minuti include gli highlights da entrambi gli show, girati in 4k dal regista Gavin Elder. David Gilmour Live At Pompeii mostra un artista al top della sua carriera, l’esecuzione di materiale incredibile con la sua band di livello internazionale, in un ambiente unico, in un’occasione molto speciale. - fonte: https://pinkfloyditalia.wordpress.com